The Lancet Neurology include un profilo storico di Augusta Déjerine-Klumpke

Il numero di novembre di The Lancet Neurology include un profilo storico di Augusta Déjerine-Klumpke scritto da Vijay Shankar Balakrishnan.

 

Ecco alcuni estratti dall’articolo:

“Era una persona che non accettava un no come risposta”, ha detto Lynda Jun-San Yang, neurochirurgo presso l’Università del Michigan (Ann Arbor, MI, USA), elogiando la passione per la ricerca di Déjerine-Klumpke.

Insieme a suo marito, ha sperimentato diversi metodi per estrarre sezioni del cervello e ha disegnato straordinari schizzi di cervelli normali e patologici. Da questi schizzi, i Dejerines ricostruivano le strutture tridimensionali del cervello con particolare attenzione alle regioni sottocorticali. Insieme, hanno pubblicato il trattato seminale Anatomie des Centres Nerveux (Anatomia del sistema nervoso centrale), un celebre classico della neuroanatomia. Anche se Déjerine-Klumpke è stata accreditata solo come collaboratrice, il trattato è stato principalmente scritto e illustrato da lei, dice Poirier. “[Esso] porta molti nuovi dati, principalmente sui diversi fasci di connessione nel sistema nervoso centrale [e] i suoi risultati anatomici sono ancora validi oggi.”

molti non sono a conoscenza dei suoi contributi o del suo background storico personale, secondo Shane Tubbs, neuroanatomista alla Seattle Science Foundation (WA, USA). “Il suo nome è rimasto circoscritto solo su uno dei pochi contributi che ha fatto più di cento anni fa, ma è una pioniera in molti aspetti della neurologia e lei dovrebbe essere ricordata per tutti i suoi contributi”, ha concluso Tubbs.

Leggi anche il nostro profilo di Augusta Déjerine-Klumpke

About the author: The Wins

Leave a Reply

Your email address will not be published.